Nei sistemi di coordinate sferiche la posizione del  punto $P$ è identificata sempre da tre valori ma in questo caso sono due valori angolari e una distanza:

  • il raggio $\rho$ (chiamato anche distanza radiale) è la distanza tra l’origine e il punto $P$;
  • l’azimut $\theta$ è l’angolo $\widehat{XOP’}$, compreso tra l’asse $X$ e la proiezione del raggio $\rho$ sul piano $XY$;
  • la colatitudine $\phi$ (chiamata anche angolo polare, distanza polare o distanza zenitale) è l’angolo $\widehat{ZOP}$ compreso tra l’asse $Z$ e il raggio $\rho$.

La posizione di un punto $P$ si indica:

\(P(\rho,\theta,\phi)\)

 

In una tipica variante del sistema precedente si sostituisce la colatitudine con il suo complementare, la latitudine:

La latitudine $\boldsymbol{\delta}$ è l’angolo compreso tra il raggio $\rho$ e il piano XY. Latitudine e colatitudine sono angoli complementari:

 

$$\delta + \phi = 90°$$

 

La posizione di un punto si indica:

\(P(\rho,\theta,\delta)\)