La latitudine astronomica  \boldsymbol{\phi} può essere determinata dall’osservazione di una stella circumpolare.

Misurando l’altezza \boldsymbol{h_2} del passaggio sotto il polo e l’altezza \boldsymbol{h_1}del passaggio sopra il polo, la latitudine astronomica   \boldsymbol{\phi} si ricava dalla media aritmetica delle due altezze:

    \[ \boldsymbol{\phi = \frac{h_1 + h_2}{2}} \]

Un metodo più semplice anche se meno preciso consiste nel misurare  l’altezza della Stella Polare. La Polare ha una declinazione di 89°15’51” e quindi dista 44’9″ dal polo nord celeste. La misura dell’altezza della Polare eseguita senza tener conto del suo angolo orario, fornisce un valore approssimativo della latitudine con un errore assoluto minimo di un grado e mezzo.

 

 

 

 

 

Un altro metodo consiste nel’utilizzare la misura dell’altezza  \boldsymbol{h} del Sole nel suo passaggio al meridiano e conoscendo la sua declinazione \boldsymbol{\delta}.

La colatitudine \boldsymbol{\phi'} si ottiene da:

    \[ \boldsymbol{\phi' = h - \delta} \]

e quindi la latitudine \boldsymbol{\phi}:

    \[ \boldsymbol{\phi = 90^\circ - \phi'} \]

Se la misurazione si effettua agli equinozi la declinazione del Sole è 0° e quindi la colatitudine è uguale all’altezza del Sole; se si effettua al solstizio d’estate la declinazione è +23°,4 e al solstizio d’inverno è -23°,4.

 

Lascia un commento