A causa del moto apparente diurno della sfera celeste e di un’eventuale componente in declinazione del suo moto proprio, un astro raggiunge ogni giorno, alternativamente, un punto di massima altezza e un punto di minima altezza. Questi due istanti prendono il nome, rispettivamente, di culminazione superiore e culminazione inferiore. Se la componente di declinazione del moto proprio è trascurabile, come ad esempio per le stelle, le culminazioni coincidono con i passaggi al meridiano. Nel caso dei corpi del Sistema Solare invece la culminazione precede o segue (anche se di poco) il passaggio al meridiano. L’altezza dell’astro all’istante della culminazione si chiama altezza di culminazione.

Vedi passaggi al meridiano e culminazioni.

~~~GLOSSARIO~~~