La determinazione delle ore notturne in base alla posizione delle stelle è una tecnica antichissima.  Nell’Antico Egitto si suddivideva l’eclittica in $36$ decani, gruppi di stelle distanziati tra loro di $10$ gradi. L’anno era diviso in $3$6 decine di giorni e ogni decina corrispondeva alla levata eliaca di un certo decano. La posizione in cielo dei decani permetteva di determinare l’ora notturna dato che ogni decano rappresentava un intervallo di $40$ minuti ($10^\circ=\left(\frac{10}{15}\times 60\right)^m=40^m$). Lo studio della relazione tra l’ora indicata dalle stelle (tempo siderale) e l’ora indicata dal Sole (tempo solare) è alla base dello sviluppo dei calendari e in generale della scienza di misura del tempo.

Gli strumenti qui proposti sono dei calcolatori analogici del tempo siderale che mettono in relazione un istante del calendario con la disposizione della sfera celeste rispetto all’osservatore.

Un orologio siderale

Un orologio siderale

di Valerio Versari valerio.versari@virgilio.it L’orologio siderale è uno strumento, un regolo circolare, che serve a determinare il tempo siderale locale, cioè l’A.R. che passa al meridiano locale in un certo istante, che dipende: dalla data,...
Il notturnale

Il notturnale

A nostro avviso, saper "leggere" le ore di notte con la semplice osservazione del cielo stellato, è un'esperienza stimolante e un'occasione per conoscere i principali movimenti della sfera celeste e del Sole. Orologio siderale di Theophili Bruni, ...
L'astrolabio

L'astrolabio

Introduzione Descrizione generale Costruzione di un astrolabio semplificato Le basi della lamina: equatore e orizzonte Disegnare i tropici Gli almucantarat o cerchi di altezza I cerchi verticali La scala stereografica della declinazione La...