La determinazione delle ore notturne in base alla posizione delle stelle è una tecnica antichissima.  Nell’Antico Egitto si suddivideva l’eclittica in $36$ decani, gruppi di stelle distanziati tra loro di $10$ gradi. L’anno era diviso in $3$6 decine di giorni e ogni decina corrispondeva alla levata eliaca di un certo decano. La posizione in cielo dei decani permetteva di determinare l’ora notturna dato che ogni decano rappresentava un intervallo di $40$ minuti ($10^\circ=\left(\frac{10}{15}\times 60\right)^m=40^m$). Lo studio della relazione tra l’ora indicata dalle stelle (tempo siderale) e l’ora indicata dal Sole (tempo solare) è alla base dello sviluppo dei calendari e in generale della scienza di misura del tempo.

Un orologio siderale

Un orologio siderale

di Valerio Versari valerio.versari@virgilio.it L’orologio siderale è uno strumento, un regolo circolare, che serve a determinare il tempo siderale locale, cioè l’A.R. che passa al meridiano locale in un certo istante, che dipende: dalla data, dall’o...
Il notturnale

Il notturnale

A nostro avviso, saper "leggere" le ore di notte con la semplice osservazione del cielo stellato, è un'esperienza stimolante e un'occasione per conoscere i principali movimenti della sfera celeste e del Sole. Orologio siderale di Theophili Bruni, ...
L'astrolabio - prima parte

L'astrolabio - prima parte

Introduzione Descrizione generale Costruzione di un astrolabio semplificato Le basi della lamina: equatore e orizzonte Disegnare i tropici Gli almucantarat o cerchi di altezza I cerchi verticali La scala stereografica della declinazione...