La parallasse è lo spostamento angolare apparente di un oggetto, rispetto ad una direzione di riferimento, quando viene osservato da due punti di vista diversi.

$A$ e $B$ sono due osservatori. $C$ e $C’$ sono due oggetti osservati. La colonna di numeri rappresenta una serie di oggetti di sfondo, molto lontani da entrambi osservatori. Gli angoli $p$ e $p’$ sono gli angoli di parallasse dei due oggetti $C$ e $C’$. L’angolo di parallasse è utilizzato in astronomia per calcolare la distanza dei corpi celesti. Minore è l’angolo di parallasse, più lontano è l’oggetto osservato.

La parallasse diurna di un astro è lo spostamento angolare della sua posizione quando è osservato da un punto della superficie della Terra rispetto ad un ipotetico osservatore che si trovi al centro della Terra. La parallasse annua è lo spostamento di un astro tra due osservatori la cui distanza reciproca è pari al raggio dell’orbita terrestre.

Vedi Esperimenti di parallasse.

La parola parallasse deriva dal gr. παράλλαξις che significa “mutamento, deviazione”.

~~~GLOSSARIO~~~