I cardini dell’eclittica, cio√® i due punti solstiziali e i due punti equinoziali, dividono l’eclittica in quattro archi uguali di $90^\circ$ ciascuno. Il Sole, nel suo moto apparente annuo, percorre questi archi in quattro periodi disuguali di tempo chiamati stagioni astronomiche:

Primavera boreale (autunno australe): periodo di tempo impiegato dal Sole per percorrere l’arco di eclittica compreso tra il punto vernale e il punto solstiziale di giugno. Dura $92^d21^h$ circa.

Estate boreale (inverno australe): dal punto solstiziale di giugno al punto della Bilancia. Dura $93^d14^h$.

Autunno boreale (primavera australe): dal punto della Bilancia al punto solstiziale di dicembre. Dura $89^d18^h$ circa.

Inverno boreale (estate australe): dal punto solstiziale di dicembre al punto vernale. Dura $89^d1^h$ circa.

Le cause dell’ineguaglianza dei quattro periodi sono: 1) la forma ellittica dell’orbita terrestre, 2) l’inclinazione della linea degli apsidi rispetto alla linea dei solstizi e 3) la velocit√† non uniforme della Terra nel suo moto di rivoluzione per la seconda legge di Keplero.

~~~GLOSSARIO~~~