La declinazione del Sole: una premessa

Nella prima raffigurazione descrittiva iniziale avrete notato la presenza un arco che abbiamo chiamato arco dell’obliquità dell’eclittica. Il suo raggio è di $24/60$ corrispondente al seno di un angolo di $23^\circ\!,\!5$. Questo angolo, che chiameremo $\epsilon$, è l’obliquità dell’eclittica, cioè l’inclinazione dell’eclittica rispetto all’equatore celeste. Come vedremo, questo arco, presente in tutti i quadranti dei seni, è uno stratagemma utile per calcolare rapidamente la declinazione del Sole $\delta$, cioè la sua distanza angolare dall’equatore celeste.

La declinazione del Sole in funzione della sua longitudine $\lambda$ e dell’obliquità dell’eclittica $\epsilon$ è data da una formula relativamente semplice e adatta al nostro quadrante dei seni:

$$\boxed{\sin{\delta}=\sin{\lambda}\cdot\sin{\epsilon}}$$

Per la spiegazione di questa formula vedi Coordinate equatoriali dei punti dell’eclittica.

Prima di provare a risolvere la declinazione per mezzo del quadrante dei seni c’è un piccolo problema da affrontare: la longitudine si conta da $0^\circ$ a $360^\circ$ mentre il nostro quadrante è solo un quarto dell’angolo giro. La questione ha a che fare anche con le case dello zodiaco, che discutiamo nella prossima pagina.

~~~~ torna all’indice ~~~~

Lascia un commento