Immaginiamo di posizionare un quadrante fisso all’equatore

In questa e nelle prossime diapositive, si comincia a costruire mentalmente il modello dell’orologio solare.

Immaginiamo un gigantesco quadrante solare, a forma di disco, posizionato esattamente sul piano dell’equatore. La Terra diventa un po’ trasparente e si vede attraverso di essa l’asse di rotazione.

L’asse terrestre funzionerebbe come un lunghissimo stilo che attraversa tutta la Terra e proietterebbe un’ombra sul gigantesco quadrante indicandoci l’ora.

Rispetto alla longitudine dell’Italia (osservate il puntino rosso) l’orologio indica le $6$ di mattina.

E’ mezzogiorno

Sono le ore $18$: il Sole tramonta. Un osservatore in Italia (o in tutte le località che hanno la stessa longitudine dell’Italia) potrà così numerare le $24$ linee orarie che formano tra di loro angoli di $15^\circ (=360^\circ : 24^h)$


~~~~ torna all’indice ~~~~