Obliquità dell’eclittica e variazioni stagionali

In tutti  gli esempi precedenti non si è considerato ciò che avviene nel corso dell’anno. Si è solo accennato agli equinozi: le descrizioni delle posizioni del Sole fatte fino ad ora sono fedeli solo se le date in cui si effettuano queste osservazioni sono l’equinozio di marzo oppure l’equinozio di settembre. Prima di addentrarci nella discussione delle variazioni stagionali, ricordiamo alcuni concetti fondamentali.

L’asse terrestre è inclinato di circa $\text{23,4}^\circ$ rispetto al piano della sua orbita attorno al Sole (obliquità dell’eclittica).

Dal punto di vista geocentrico, sulla volta celeste il piano dell’eclittica è inclinato di $\text{23,4}^\circ$ rispetto al piano dell’equatore. 

Per capire la relazione tra inclinazione dell’asse, equatore, eclittica e stagioni, vedi l’animazione STAGIONI.


~~~~ torna all’indice ~~~~