Estrazione del quadrante

Ora immaginiamo di “estrarre” il quadrante dalla Terra, assieme al suo stilo, mantenendolo però direzionato sempre allo stesso modo (il quadrante è parallelo al piano equatoriale, lo stilo è parallelo all’asse terrestre, le linee orarie sono adattate allo longitudine dell’Italia). Ed ora lo rimpiccioliamo…

Il quadrante, con il suo stilo, funzionerà come orologio solare in qualsiasi posizione della Terra, a patto che mantenga l’assetto originario (gnomone parallelo all’asse e quadrante parallelo all’equatore) e che  per ogni longitudine si numerino adeguatamente le ore sulle line orarie. Cominciamo con un caso semplice: l’osservatore e il suo orologio solare si trovano all’equatore. Il quadrante deve essere disposto verticalmente (come se fosse la ruota di una bicicletta) e lo gnomone è orizzontale e in direzione nord-sud.

Alba

Mezzogiorno

Tramonto


~~~~ torna all’indice ~~~~