Il sistema altazimutale (sinonimi: alto-azimutale, azimutaleorizzontale) è un sistema di **coordinate astronomiche che prende come riferimento l’osservatore stesso, considerato immobile rispetto Terra. Perciò, a differenza di altri sistemi come l’equatoriale e l’orario, questo è un sistema di riferimento locale.

La  direzione fondamentale di questo sistema è la **verticale passante per l’osservatore, individuabile per mezzo di un filo a piombo. Il piano fondamentale, perpendicolare alla verticale, è il piano dell’**orizzonte dell’osservatore coincidente con la superficie di uno specchio d’acqua in quiete.

L’asse verticale interseca la sfera terrestre nei due poli del sistema: il polo superiore è chiamato zenit e il polo inferiore è chiamato nadir.

Il piano dell’orizzonte interseca la sfera celeste lungo un **circolo massimo (circolo dell’orizzonte) e divide la sfera in due emisferi: l’emisfero visibile contenente lo zenit e l’emisfero invisibile contenente il nadir.

Il semicerchio origine del sistema azimutale è generalmente il **verticale nord, cioè quel semicerchio massimo che congiunge lo zenit e il nadir passando per il **polo nord celeste e quindi anche per la **direzione cardinale nord.

Le coordinate del sistema azimutale sono l’azimut e l’altezza.

  • L’azimut (\boldsymbol{A_z}) di un astro (A) è l’arco di orizzonte compreso tra il punto cardinale nord (N) e il piede del verticale (A') dell’astro. Si misura in gradi (da 0° a 360°) partendo dal punto cardinale nord in senso orario (visto dallo zenit). L’angolo dell’astro A della figura corrisponde alla misura dell’angolo \widehat{NOA'} dove O è l’osservatore e N la direzione cardinale nord.
  • L’Altezza o altezza angolare o elevazione (\boldsymbol{a}) di un astro è la sua **distanza sferica  dall’**orizzonte misurata lungo il semicerchio **verticale passante per quel punto. E’ contata positivamente (da 0° a 90°) dall’orizzonte verso lo **zenit e negativamente (da 0° a -90°) dall’orizzonte verso il **nadir. Nella figura corrisponde all’angolo \widehat{AOA'}.

La convenzione di misurare l’azimut partendo dalla direzione cardinale nord è sempre stata usata in geodesia mentre gli astronomi misuravano l’azimut partendo dal punto cardinale sud, sempre in senso orario.  Negli ultimi decenni si è diffuso anche tra gli astronomi il conteggio da nord, che è uno standard dei software di astronomia.

Vedi: