Sistema equatoriale

E' un sistema di coordinate astronomiche che ha come direzione fondamentale l'asse del mondo (NS) e come piano fondamentale quello dell'equatore celeste. I poli del sistema sono i poli celesti nord e sud. I cerchi ausiliari si chiamano cerchi o circoli orari. I cerchi minori, paralleli all'equatore, si chiamano paralleli celesti.

Ascensione retta (AR o α): è l'ascissa sferica del sistema equatoriale. L'ascensione retta di un astro (T) è la distanza sferica tra il punto gamma (γ) e il piede (B) dell'orario dell'astro. Si misura di solito in ore, minuti e secondi, lungo l'equatore celeste, partendo dal punto gamma e con senso di percorrenza antiorario per un osservatore posto a nord. Nel nostro disegno corrisponde anche all'angolo γCB dove C è il centro della Terra.

Declinazione (D o δ): è l'ordinata sferica di questo sistema. La declinazione di un astro (T) è la distanza sferica tra l'astro (T)  e l'equatore, misurata lungo l'orario di tale punto. Si misura in gradi e frazioni di grado con segno positivo verso il polo nord celeste (da 0° a +90°) e negativo verso il polo sud (da 0° a -90°). 

Nel nostro disegno la declinazione del punto T corrisponde anche all'angolo TCB dove C è il centro della Terra.

  

In questa immagina a fianco riproduciamo la volta celeste con il sistema di riferimento equatoriale. L'intero sistema di riferimento equatoriale (equatore celeste, asse del mondo, punto gamma) partecipa alla rotazione diurna della sfera celeste e quindi l'ascensione retta e la declinazione di un astro sono praticamente costanti nel tempo. Molto simile al sistema equatoriale è il sistema orario, necessario per identificare la posizione un corpo celeste di cui si conoscano solo le coordinate equatoriali. Vedi anche tempo siderale.