Misurare l'azimut del Sole

misuradiazimut2BIl metodo si basa sul fatto che un bastoncino verticale (gnomone), la sua ombra e il Sole, si trovano tutti sullo stesso piano verticale (il piano del cerchio verticale del Sole).

Per ottenere l'azimut  basta misurare l'angolo compreso tra la direzione dell'ombra e la linea meridiana.

 

 

 

La misura si può ottenere in vari modi, il più semplice dei quali prevede l'ultizzo di un filo a piombo.

 

azimut con il filo a piomboE' necessario aver disegnato la linea meridiana NS utilizzando il metodo dei cerchi indù, oppure, più semplicemente, il metodo del mezzogiorno teorico.

Si dispone il filo a piombo in modo da far incrociare l'ombra del filo con la linea meridiana, quindi, segnando due punti (ad esempio A e B) si traccia la direzione dell'ombra del filo.

L'angolo ABN formato dalle due linee è l'azimut contato partendo dal punto cardinale nord, in senso orario. Quindi se l'ombra del filo è tra sud-est e nord-ovest l'azimut è minore di 180° (come in figura) mentre se la direzione è tra sud-ovest e nord-est, l'azimut è maggiore di 180°.

Per controllare la validità della nostra misurazione si può utilizzare questo modulo che fornisce l'azimut teorico del Sole per una qualsiasi località e in qualsiasi data e ora. 

Possiamo osservare che l'azimut del Sole al mezzogiorno solare è 180°. Nel periodo dell'anno compreso tra l'equinozio di primavera e l'equinozio d'autunno il Sole può raggiungere azimut minori di 90° (di mattina) e maggiori di 270° (di sera). Nel periodo dell'anno compreso tra l'equinozio d'autunno e l'equinozio di primavera invece l'azimut è sempre maggiore di 90° e minore di 270° (vedi arco diurno e amplitudine).